Dintorni

A spasso alla scoperta dell’Abruzzo!

Da Abruzzo Marina Hotel, le principali bellezze naturalistiche e storiche della nostra Regione sono tutte a portata di mano. Entro 1 ora si copre qualsiasi distanza tra Silvi Marina e ogni altro punto all’interno della regione con la massima libertà di movimento per escursioni in giornata.
Insieme a guide esperte (che potremo consigliarti noi!) o per conto proprio, l’Abruzzo svela i suoi mille volti e narra una storia fatta di leggende, misteri e tradizioni ancestrali.

I borghi d’Abruzzo sono autentiche perle di bellezza. Silvi Alta, Atri, Castelli e Scanno sono solo alcuni nomi. E poi numerosi Festival, tra cui il prestigioso Festival Flaiano dedicato al cinema, il Festival del Jazz e il Fuori Uso per chi ama l’arte contemporanea.

SILVI PAESE

Caratteristico borgo medioevale ada giato su un colle di 243 m s.l.m. che domina le vallate del torrente Cerrano e del fosso Concio, Silvi Paese offre un belvedere con una vista mozzafiato sull’Adriatico da Ancona alle isole Tremiti, e sul Gran Sasso. Il borgo nascque nell’Alto Medioevo, e venne fondato da un gruppo di pescatori che si spostano dal villaggio costiero “Macrinum” o “Silva” nell’età Romana, nella odierna Silvi marina, sul colle che venne definito come un promontorio che si tuffa sul mare. Interessanti da visitare sono le sue antiche chiese, in particolare la Chiesa di San Salvatore, costruita verso nel 1100 in onore del primo protettore di Silvi. La Chiesa di San Rocco, costruita nel XVI secolo come cappella rurale, oggi invece inserita nell’espansione otto-novecentesca, non molto lontano dalla chiesa di San Salvatore e la Cappella della Madonna dello Splendore, lungo la strada panoramica che da Silvi Marina conduce a Silvi Paes. La data di costruzione è incerta, comunque fu elevata sul punto in cui (dice la leggenda) nel 1566 San Leone, con una torcia in mano, incontrò i Turchi e li fece desistere dall’attaccare il borgo.

 

IL DUCATO DI ATRI

Duomo di Atri

Atri Chiostro

Incantevole città d’arte a ridosso della costa teramana, Atri ha origini antichissime (VII-V secolo a. C.). Fu un’importante colonia in epoca romana, subì invasioni barbariche e dominazioni straniere durante il Medioevo, per poi “rinascere” definitivamente sotto il controllo dei signori d’Acquaviva.

Ed è nel centro della cittadina che il fascino di questa lunga storia continua a rivelare ancora oggi la sua forza evocativa. Monumenti e palazzi storici, chiese, musei, scorci suggestivi, sono questi i tanti tasselli dello splendido mosaico che Atri offre ai suoi numerosi visitatori.

Sicuramente da visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta risalente al 1285 e recentemente restaurata. Il museo annesso,che conserva preziose reliquie, tra cui maioliche dipinte, croci e pastorali d’avorio e d’argento, codici miniati, statue e centinaia di frammenti e mosaici delle costruzioni più antiche. Il Palazzo vescovile ed il Seminario appartenenti al tardo Cinquecento. Il Magnifico teatro comunale perfettamente conservato, l’ottocentesco Teatro comunale. Il Teatro, detto anche la “bomboniera” per le sue dimensioni (300 posti) e l’invidiabile acustica, ricalca all’esterno il Teatro della “Scala” di Milano, mentre l’interno sembra rifarsi al “S. Carlo” di Napoli, nei suoi tre ordini di palchi e loggione.

Maestoso è inoltre il Palazzo Ducale degli Acquaviva, attuale sede del comune. E’ una sorta di fortezza tutta in pietra, edificata nella prima metà del Trecento e rimaneggiata nel ‘700. La facciata nasconde un cortile rinascimentale circondato da un loggiato con iscrizioni e resti romani.

Tra arte e natura, il paesaggio delle colline atriane affascina per la spettacolare presenza dei Calanchi, vere e proprie “sculture naturali” nate dalla millenaria erosione del terreno argilloso. Il panorama assume toni e colori da “bolgia” dantesca, lo scenario si fa severo, quasi “lunare”, sovrastato dall’imponente architettura disegnata da queste formazioni geologiche.

 

CASTELLI – La città delle Maioliche 

Castelli sorge ai piedi del Gran Sasso a 500 m. s.l.m., in posizione apicale alla vallata del Vomano, è uno dei paesi più antichi e dell’Appennino teramano. Nel periodo romano il paese con tutto il territorio entrò a far parte dell’ager atrianus, in sostanza alle dipendenze di Atri, che in Abruzzo era la città più fedele a Roma. Alla caduta dell’Impero romano d’occidente, come tutte le popolazioni italiane più esposte ai saccheggi e alle invasioni, anche le popolazioni abruzzesi si rifugiarono sulle montagne.
Nel corso del medioevo il paese è politicamente registrato all’interno della contea della famiglia dei de Pagliara. Nel 1340 Castelli, la contea di Pagliara e la Valle Siciliana passarono alle dipendenze della famiglia romana degli Orsini a causa del matrimonio contratto tra la figlia del conte Gualtieri e il barone Napoleone Orsini. Un dominio feudale politicamente contrastato per i riflessi, che le guerre tra Francia e Spagna per la supremazia in Italia, ebbero in Abruzzo e più in generale nel Regno di Napoli. In pochi anni la vallata passò, prima, nelle mani del Conte Francesco Riccardi di Ortona, più vicino al re Ladislao, poi in quelle di Antonello Petrucci dei Conti di Aversa per tornare, poi, col titolo di baronia, nel 1500, nuovamente sotto gli Orsini nella persona Camillo Pardo. Nel 1524 , dopo la definitiva sconfitta francese, gli Orsini perdettero la baronia che andò al duca di Sessa.Nel 1526, Carlo V, oramia riconosciuto l’incontrastato imperatore del sacro romano Impero, dopo averla elevata al rango di marchesato, la concesse, come ricompensa ai servizi resi nella battaglia di Pavia, al generale Ferrante Alarçon y Mendoza e ai suoi eredi. Castelli così entrò a far parte del marchesato della Valle Siciliana e vi restò fino all’eversione della feudalità.
Sotto gli spagnoli castelli si aprì al commercio italiano ed europeo.

LA FORTEZZA DI CIVITELLA DEL TRONTO

Ultimo baluardo dell’impero borbonico, prima dell’unità  D’Italia, la Fortezza di Civitella del Tronto si erge maestosa sopra il promontorio delle città da cui prende il nome. E’ una delle più grandi e importanti opere di ingegneria militare d’Europa caratterizzata da una forma ellittica con un’estensione di 25.000 mq ed una lunghezza di oltre 500 m… La rocca aragonese, sorta su una probabile preesistenza medievale, fu completamente trasformata a partire dal 1564 da Filippo II d’Asburgo – re di Spagna, ordinò la costruzione della Fortezza, una struttura più sicura così come la vediamo oggi. Nel 1734, dalla dominazione degli Asburgo si passò a quella dei Borboni che operarono importanti modifiche alla struttura militare e si opposero valorosamente all’assedio dei francesi nel 1806 e a quello dei piemontesi del 1860/61.

 

SCANNO– Arte, Cultura e Natura

 

Inserita nel Club dei Cento Borghi più belli d’Italia, è senz’altro la regina della Valle del Sagittario, di cui custodisce a Sud l’entrata.

Paesaggio, arte, artigianato, folclore la rendono uno dei paesi montani più visitati in Abruzzo. Scanno è visitata per il suo ambiente, per il suo lago, le sue chiese, i suoi palazzi, le sue strade medioevali e per l’abbigliamento delle sue donne.

Scanno appare al visitatore, appollaiata su uno sperone montuoso, appena lasciato il Lago. La strada dopo due chilometri porta in Piazza Santa Maria della Valle, con la chiesa omonima, dalla bella facciata rinascimentale e con all’interno preziose opere d’arte.

La natura è senza dubbio protagonista assoluta di questa regione e preserva integra la sua antica bellezza. I famosi Parchi Nazionali del Gran Sasso e della Majella e, per chi preferisce il mare, la vicinissima Area Marina Protetta Torre del Cerrano e la suggestiva costa dei Trabocchi sono mete imperdibili per chi è in vacanza all’Abruzzo Marina.

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA
Il Parco Nazionale della Majella si caratterizza per l’elevata montuosità del suo territorio, infatti ben il 55% si trova a quote superiori ai 2000 metri. Al suo interno racchiude vaste aree che presentano aspetti peculiari di natura selvaggia, la parte più pregevole e rara del patrimonio nazionale di biodiversità. Oltre settecento i chilometri di sentieri suddivisi in tracciati escursionistici della durata di poche ore, o al massimo di una giornata, tre grandi trekking della durata di più giorni, cinque sentieri ad anello dedicati alle capanne in pietra a secco e trenta semplici itinerari, che per durata, ubicazione e accessibilità sono particolarmente adatti alle famiglie. Sono stati, infatti, individuati oltre venti semplici tracciati che per durata, ubicazione e accessibilità sono particolarmente adatti a bambini e persone poco allenate. Scopri di più su www.parcomajella.it

 

PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA
Il Parco, localizzato nel cuore dell’Appennino, si estende sul territorio di tre regioni: l’Abruzzo, il Lazio e le Marche, comprendendo nel suo perimetro cinque provinceL’AquilaTeramoPescaraRieti ed Ascoli Piceno, e ben 44 comuni.

E’ un territorio cerniera tra la regione euro-siberiana e quella mediterranea, in cui si localizza la montagna più elevata dell’Appennino che racchiude l’unico ghiacciaio dell’Europa meridionale.
La posizione geografica, l’altezza raggiunta dalle montagne, nonché la differente geologia dei rilievi, calcari e dolomie sul Gran Sasso e sui Monti Gemelli, arenarie e marne sui Monti della Laga, determinano una straordinaria ricchezza di specie animali e vegetali, nonché una varietà di ecosistemi e paesaggi davvero unica.  Scopri di più su www.gransassolagapark.it


AREA MARINA PROTETTA TORRE DEL CERRANO
Lo specchio d’acqua dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, presenta due tipologie ambientali ben distinte e in stretta relazione tra esse: i tipici fondali sabbiosi adriatici, che caratterizzano la porzione più estesa dell’area, e alcune parti di scogliere di fondo,determinate sia dai massi semisommersi dell’antico porto di Atri che dalle strutture sommerse dell’oasi di protezione marina provinciale, oltre che da alcuni affioramenti di formazioni geologiche conglomeratiche.
Nell’area è presente un buon numero di specie animali marine sia pelagiche che bentoniche e un piccolo ma nutrito contingente di specie vegetali. Scopri di più su www.torredelcerrano.it


COSTA DEI TRABOCCHI
In provincia di Chieti, tra calette, promontori, scogliere alte e frastagliate, la costa dei Trabocchi presenta un panorama unico e paragonabile alle coste oceaniche del Portogallo o della Scozia. Questo tratto, che si estende da Ortona a San Salvo, comprendendo San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Casalbordino e Vasto,  è noto come “Costa dei Trabocchi” e  assume il nome, appunto, dal trabocco, antica e tipica costruzione marinara, che è frequente incontrare sulla costa e ne è diventata il simbolo. Durante il periodo estivo alcuni Trabocchi sono aperti per visite guidate durante le quali i “traboccanti” racconteranno la storia, gli eventi che caratterizzano “la vita” del trabocco e, quando possibile, simuleranno la “calata” a mare delle reti. Su alcuni trabocchi vengono organizzate cene dove a base di piatti delle locale tradizione marinara. Scopri di più su www.costadeitrabocchi.net

Rafting, Kayak, Trekking, Parchi Avventura, Mountain Bike. Per passare emozionanti giornate a stretto contatto con la natura ed ogni sua forma di vita!

ESCURSIONI IN BARCA A VELA (PE)
Conoscere le bellezze della costa abruzzese e dei suoi porti storici vivendo la libertà del mare.
Un appassionato skipper, ti capitanerà in un’esperienza unica tra le coste ed una guida turistica ti farà scoprire le bellezze della costa vista dal mare. Soste relax, bagni, snorkeling e tanta allegria!
Scopri di più su www.bellabruzzo.eu

 

 

ESCURSIONI SUL FIUME TIRINO (PE)
Un’escursione in canoa o in kayak sul Tirino, definito il fiume più bello d’Italia, è il modo migliore per rilassarsi con la mente e con il corpo. L’acqua cristallina, la vegetazione rigogliosa e la ricca fauna, ti accompagneranno su questo fantastico itinerario. Partendo dalla località San Martino, nel comune di Capestrano (AQ), è possibile risalire il fiume in prossimità delle sorgenti di Capo d’Acqua, dove viene offerta l’opportunità di suggestionarsi con un rigenerante bagno nelle fredde acque di questo splendido fiume.

Per gli amanti della mountain bike, un’occasione davvero unica da non perdere per conoscere un angolo dell’Abruzzo più segreto. Dal Centro Visite Fiume Tirino di Bussi si dipartono diversi itinerari lungo i tanti sentieri ciclabili, per tutti i gusti e di diverse difficoltà. Info e prenotazioni: www.ilbosso.com

 

PARCO AVVENTURA MAJELLA
Il Parco Avventura Majella e’ un parco acrobatico realizzato in altezza tra gli alberi ed immerso tra i pini di Piana delle Mele – Guardiagrele (CH). L’attività del Parco Avventura consiste nell’affrontare gli oltre 150 giochi sospesi tra gli alberi, camminando tra passerelle, ponti tibetani e tunnel tirolesi mozzafiato, il tutto nella massima sicurezza e con l’assistenza del personale qualificato. I partecipanti, dopo aver indossato l’attrezzatura di sicurezza (imbrago, casco, sottocasco e guanti), seguiranno una spiegazione sulle tecniche di percorrenza da parte degli operatori e, sotto la loro guida, affronteranno i vari percorsi suddivisi in base ai livelli di difficoltà. Info e prenotazioni: www.parconaturalemajella.it

 

ESCURSIONI IN QUAD
A Caramanico Terme (PE), i sentieri sterrati della Majella Occidentale con i suoi panorami mozzafiato e safari anche notturni possono essere goduti a bordo del quad. Info e Prenotazioni: www.termedicaramanico.it

 

PASSEGGIATE E TREKKING A CAVALLO
Passeggiata I Cavalieri della Torre, I Calanchi di Atri, Le Terre del Cerrano o Trekking a Tappe. Dalla collina alle campagne, dal mare alla montagna: vivi la natura in compagnia del cavallo, scoprendo le meraviglie di un territorio unico. Info e Prenotazioni: www.cavalcandolabruzzo.com

Shopping negli outlet e nelle boutique di moda. Città Sant’Angelo Village, Iper Pescara Nord, IKEA o shopping in centro a  Pescara. Pronto per un tour a caccia di vestiti?

PESCARA CENTRO
Pescara propone boutique e negozi che commercializzano prodotti griffati come Gucci, Fendi e Prada. Per fare acquisti ti consigliamo una passeggiata su Corso Umberto I che è anche la via principale della città. Un’altra via blasonata è via Nicola Fabrizi con Denny Rose e Disel, e corso Vittorio Emanuele che offre franchising come Calliope e H&M molto amati dai giovani perché sono economici e alla moda.

 

 

CITTA’ SANT’ANGELO OUTLET VILLAGE
Situato a Città Sant’Angelo (a 10 minuti in auto da Abruzzo Marina Hotel) è il primo Factory Outlet Centre della riviera adriatica. All’interno di una raffinata e suggestiva struttura architettonica, ispirata agli edifici medioevali del patrimonio urbanistico locale, il Village ospita oltre 80 punti vendita di grandi marche che offrono tutto l’anno sconti fino al 70% e ulteriori promozioni. Scopri di più su www.cittasantangelovillage.com

 

IKEA
Aperto dal Lunedì alla Domenica dalle 10 alle 20, Ikea si trova a San Giovanni Teatino (CH) proprio all’uscita dell’Autostrada A14 Pescara Ovest-Chieti, a circa 20 Km da Abruzzo Marina Hotel.

 

DECATHLON
A San Giovanni Teatino, a 50 metri da Ikea, articoli sportivi, accessori e abbigliamento tecnico per praticare qualsiasi sport. Bici, roller, trekking, costumi, canne da pesca e tutto l’abbigliamento sportivo più vicino alle tue esigenze. Decathlon è all’uscita dell’Autostrada A14 Pescara Ovest-Chieti, a circa 20 Km da Abruzzo Marina Hotel.